Benvenuti - l'obiettivo principale di questo blog è darvi utili informazioni e gioia

Benvenuti - l'obiettivo principale di questo blog è darvi utili informazioni e gioia
NOTA IMPORTANTE: E’ possibile ripubblicare qualsiasi articolo nelle vostre pagine web, nelle vostre newsletter, nei vostri e-book o in altre vostre pubblicazioni soltanto assicurandovi che l' articolo sia riprodotto, anche parzialmente, senza alcuna modifica, includendo il nome dell’autore e il link website. Grazie

Seguimi su Google Plus

La mia foto

www.gabrielabalaj.com SCRIVIMI ATTRAVERSO IL MODULO NEL SITO OPPURE MAIL A gabrielabalaj@libero.it GRAZIE

Autrice di 7 libri tra cui "Aura.Autobiografia di una Sacerdotessa", "Fiamme Gemelle"e vari e-book

Autrice di 7 libri tra cui "Aura.Autobiografia di una Sacerdotessa", "Fiamme Gemelle"e vari e-book
CLICCA SOPRA LA FOTO PER ACQUISTARE I LIBRI

La bassezza di Zuckerberg

Zuckerberg - volto di Facebook è un uomo piccolo - basso, secondo Google - ma questo dettaglio non è molto conosciuto, perché le uniche immagini che lui ha a disposizione del pubblico sono attentamente elaborate per farlo sembrare più alto, secondo l'ex scrittore di Wired Graham Starr. Avendo letto una volta le osservazioni di Starr su questo argomento, diventa impossibile vedere le fotografie del fondatore di Facebook senza nemmeno vedere la scenografia impiegata in quasi tutte le immagini per nascondere la verità sulla sua altezza.
Zuckerberg è un marchio, l'amministratore delegato di una delle società più preziosa del mondo e un aspirante candidato alla presidenza. Farlo sembrare più alto è importante perché tutto ciò che riguarda un marchio e un aspirante presidente deve essere creato per suscitare calore, ammirazione e buoni sentimenti, così le persone continuano a venire, continuano a leggere, continuano a piacerlo, continuano a pagarlo. E alla fine, un giorno, forse, continueranno a uscire per votarlo.
Le persone più alte tendono a vincere le elezioni, dicono.
Eccolo quindi nel New York Times, in viaggio per il paese, seduto in alto su un trattore in Wisconsin, un compagno nativo che lo guarda deferente verso di lui. 
Eccolo, sorridendo, avendo recentemente deciso che non è più un ateo nella chiesa di Charleston dove Dylann Roof ha ucciso nove persone. Eccolo, dando un discorso di inizio a Harvard, informando quelli riuniti sul fatto che "Lo scopo è quello di far parte di qualcosa di più grande di noi stessi, di essere necessari, di avere qualcosa di meglio per cui lavorare".
Così al pubblico viene insegnato a credere che Mark Zuckerberg sia alto, e anche generoso, un custode premuroso e responsabile delle nostre informazioni private, un leader saggio e intelligente. E quanto possiamo essere sorpresi, quando letteralmente chiunque - non importa quanto corrotto, avido, di base o stupido - può essere presidente, un fatto che non è mai stato più ovvio di quanto lo sia ora.
Ma guarda un po ' più da vicino e scoprirai che Zuckerberg parla di un gatto persiano timido di un cattivo di Bond. Nel caso in cui non avessi già notato che i miliardari non fanno buoni leader mondiali. Quest'uomo non ha business in ufficio, e come qualcuno che ha assunto un sondaggista a tempo pieno per monitorare i suoi voti di approvazione, sembrerebbe davvero che lo intenda fare.
Le persone che cercano un posto in alto (la presidenza)  dovrebbero avere una lunga storia di onestà, buon giudizio e buon carattere. Non dovrebbe essere troppo chiedere, ma squalifica molte persone, tra cui Mark Zuckerberg.
Facebook nega che i propagandisti russi abbiano acquistato pubblicità dalla compagnia durante la campagna presidenziale del 2016 e che, poco dopo, abbiano ammesso di averlo fatto. Ecco Facebook ammettendo un po 'più tardi ancora che, in realtà, la compagnia ha distribuito la propaganda russa a circa 150 milioni di persone durante la stagione elettorale. La società vendeva la pubblicità alla campagna di Donald Trump molto più a buon mercato che a quella di Hillary Clinton (perché le pubblicità di Trump erano molto più "provocatorie" e, sapete, algoritmi). Pubblicità che, a proposito, potrebbero essere così “microtargeting” che gli acquirenti potrebbero servirle fino a gruppi di "nemici odiati". Ma ecco Mark Zuckerberg, dicendo che considerava l'idea che Facebook avesse influenzato le elezioni in qualche modo per essere "un idea pazza", un'osservazione che in seguito ha smentito.
Ora è fuori discussione che alla vigilia delle elezioni del 2016, la compagnia di Zuckerberg è stata pagata una quantità sconosciuta di denaro per consentire alle cabali segrete di spargere uno spesso strato di letame informativo sul pubblico votante degli Stati Uniti. Molti ritengono che l'evidente (e proficua) derelizione della responsabilità di Zuckerberg abbia svolto un ruolo chiave nell'inserire non solo la presidenza di Trump, ma anche un pericoloso paesaggio di sfiducia nei media e democrazia danneggiata.
Nonostante il suo rifiuto di riconoscere la sua responsabilità per quel fiasco, Zuckerberg e la sua compagnia hanno rilasciato molte scuse per altre derelitte. Ha "visitato" il Porto Rico distrutto dall'uragano da una distanza (3.588 miglia) che fa il famigerato cavalcavia di George W. Bush a New Orleans dopo che Katrina assomiglia ad Albert Schweitzer che si occupa di lebbrosi in Lambarene. (Scusate!)
Ecco lo stand di Facebook al recente party dei Tea Party, CPAC, dove ai conservatori in visita è stata offerta la possibilità di sparare "forze di resistenza" con pistole - "forze di resistenza!" - non due settimane dopo che 17 persone sono state uccise e uccise in una Florida Scuola superiore. (Scusate!)

Eccoli, scusandosi per aver manipolato segretamente le notizie di quasi un milione di persone in un "esperimento" interno (scusa!); per aver arrestato un palestinese per aver detto "buongiorno" (scusa!); per censurare i giornalisti palestinesi (scusate!); per aver bloccato l'attivista di Black Lives Matter Shaun King (scusate!); per ingrassare un modello plus size (scusate!); per aver sospeso l'account di un attivista nero dopo aver postato minacce che aveva ricevuto (Scusa!); per l'assistenza ai diritti commerciali delle foto degli utenti pubblicate sul suo servizio Instagram (Scusa!); per sopravvalutare il loro video me.
Sarebbe un vantaggio per Mark Zuckerberg, ne sarebbe valsa la pena per lui pagare un sacco di soldi per farti credere che è un buon leader, degno della tua fiducia, e ci sono prove che lo faccia proprio. Ma una valutazione chiara del record ci costringe a concludere che Mark Zuckerberg non è dal suo passato un leader buono o degno di fiducia.
I messaggi personali scritti nel 2003 e divulgati a Business Insider nel 2010 hanno esposto Zuckerberg, il pre-Potemkin Zuckerberg, privato e non verniciato, prima che arrivassero sulla scena tutti gli addetti alle pubbliche relazioni, i sondaggisti o gli allenatori dei media. Ha iniziato la sua carriera da plutocratico rapace con un botto eliminando il suo investitore iniziale, Eduardo Saverin, diluendo enormemente gli investimenti di Saverin; i due successivi arrivarono a un accordo. I messaggi privati ​​sono stati anche trasmessi a Silicon Alley Insider sulla scia della zuffa legale tra Zuckerberg e i gemelli Winklevoss, Cameron e Tyler, che sostenevano che Zuckerberg aveva mentito e rubato le loro idee per costruire TheFacebook.com; anche loro arrivarono a un eventuale accordo.
Ecco Zuckerberg che spiega a un amico su IM, a quel tempo, cosa intendeva fare dei gemelli Winklevoss:
AMICO: così hai deciso cosa farai riguardo ai siti web?
ZUCK:  ho intenzione di fotterli
ZUCK: probabilmente durante l'anno
ZUCK: * orecchio
Di fronte a queste accuse, sei anni dopo, Facebook ha rilasciato una degna negazione degna di Sarah Huckabee Sanders: "Non discuteremo i litigiosi scontenti e le fonti anonime che cercano di riscrivere la storia di Facebook o mettere in imbarazzo Mark Zuckerberg con accuse datate. Il fatto indiscusso è che da quando lasciò Harvard per la Silicon Valley quasi sei anni fa, Mark ha portato la crescita di Facebook da un sito web del college a un servizio globale che ha un ruolo importante nella vita di oltre 400 milioni di persone ".
Bene ... questo è solo il problema, non è vero? Nessuno aveva mai dubitato che Facebook fosse enorme. La domanda era, allora come adesso: Mark Zuckerberg era in grado di guidare una società di questa portata e influenza?
Com'è possibile che una società così trasparente e subdola di Facebook possa essere accolta così calorosamente da così tante persone? La ragione non è lontana da cercare. I singoli utenti vedono Facebook attraverso la lente di connessioni vere, amorevoli e intime con i propri amici e familiari; per milioni di persone, il volto di Facebook è il volto dell'amore, un misto di volti dei propri figli, nipoti, vicini, amanti, insegnanti, professori e amici. Come può questo luogo ameno farci del male o addirittura farci del male? Come potrebbe essere crudele, egoista e pericoloso?
La triste verità è che la faccia amica non è la vera faccia di Facebook; è una farsa, proprio come fare finta di sedersi su un trattore così le persone penseranno che tu sia alto. Mark Zuckerberg usa le tue connessioni più intime, i volti letterali delle persone che ami, per ingannarti facendoti pensare che non si sta prendendo in giro e si sta prendendo una palla da demolizione sui nostri media, sull'integrità della nostra società e sulla democrazia stessa. (Ed è un dato di fatto che "Facebook" e "Zuckerberg" sono termini che possono essere usati in modo intercambiabile, poiché ha spostato cielo e terra per mantenere il controllo assoluto dell'azienda.) Tutte le ricette di tua nonna, tutte le foto delle feste di compleanno e la doccia, inviti e video di gatti e YouTub virali e annunci di riunione si riducono a una cosa, e quella cosa sono i soldi.
Per essere caritatevole, forse Zuckerberg crede al suo bushwish? Ultimamente ha parlato molto di "empatia" e, riflettendo, devo ammettere che le dimostrazioni di compassione che ha trasmesso negli ultimi mesi sono state ragionevolmente convincenti, per un principiante. Ma pensiamo a questo annuncio di gennaio per un momento, in cui Zuckerberg afferma che farà Facebook per "avvicinare le persone".
"[W] stiamo apportando un importante cambiamento al modo in cui costruiamo Facebook. Sto cambiando l'obiettivo che fornisco ai nostri team di prodotto, concentrandoti nell'aiutarti a trovare contenuti pertinenti per aiutarti ad avere interazioni sociali più significative. "
Sicuramente l'unica risposta concepibile che una persona sana di mente possa fare a un monopolista miliardario che sta cercando di essere coinvolta o avere un'opinione o monetizzare le "interazioni sociali significative" nella sua vita personale è: gentilmente toglimi di dosso. O nelle parole del poeta, Tu non mi conosci, sei troppo vecchio, lascia andare, è finita. Voglio dire, direi che se non avessi lasciato Facebook molti anni fa.
Ecco un po 'della sfida annuale di Zuckerberg a se stesso, edizione 2018:

Il mondo si sente ansioso e diviso, e Facebook ha un sacco di lavoro da fare - se sta proteggendo la nostra comunità da abusi e odio, difendendo contro le interferenze degli stati nazionali, o facendo in modo che il tempo trascorso su Facebook sia tempo ben speso.
La mia sfida personale per il 2018 è concentrarsi sulla risoluzione di questi importanti problemi. Non eviteremo tutti gli errori o gli abusi, ma attualmente facciamo troppi errori che rafforzano le nostre politiche e impediscono l'uso improprio dei nostri strumenti. Se avremo successo quest'anno, termineremo il 2018 su una traiettoria molto migliore.
Facebook non è una "community". È una macchina per la creazione di ricchezza costruita da messaggi privati ​​e amicizie e video sui gatti e sul giornalismo di altre pubblicazioni, mescolata, spremuta per informazioni vendibili, tappezzata di annunci e altrimenti corrotta per i suoi soldi via al tuo feed "news" (ha!).
Non ci sono prove credibili, nessuna, per indicare che questo sciacallo ha cambiato le sue macchie, strisce, qualsiasi cosa, dal momento che ha scritto questo messaggio privato ad un amico di Harvard nei primi anni:
ZUCK: sì, se hai bisogno di informazioni su chiunque a Harvard
ZUCK: basta chiedere
ZUCK: ho oltre 4000 e-mail, foto, indirizzi, sms
AMICO: cosa !? come hai gestito quello?
ZUCK: la gente lo ha appena presentato
ZUCK: non so perché
ZUCK: loro "si fidano di me"
ZUCK: scopa stupido
scritto da : Maria Bustillos
giornalista editor di Popula.com

Traduzione e adattamento

💙 Gαbriєℓα Bαℓαj A U T R I C E Libera. Blogger Creativa. Consulente Feng Shui

Seguimi DOVE TI PIACE
💙 Canale G+

💙 Twitter

💙 Pagina Fb

Non Perdere il prossimo video
I S C R I V I T I al mio canale YouTube!

Benedizioni !
💙 Gαbriєℓα Bαℓαj


Nessun commento:

Articoli interessanti

Aura. Autobiografia di una Sacerdotessa

Aura. Autobiografia di una Sacerdotessa
Richiedi la tua copia con dedica manda una e-mail all'autrice gabrielabalaj@libero.it

Aura OM

Aura OM
Home Fragrance by Gabriela Balaj
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Facebook